25 giugno: Il Museo Diocesano si rinnova tra restauri e riallestimenti

25 giugno: Il Museo Diocesano si rinnova tra restauri e riallestimenti

Al momento il Museo Diocesano è chiuso al pubblico, ma in questo periodo di sospensione delle attività si stanno portando avanti dei progetti che erano già stati avviati.  Innanzitutto prosegue il restauro e riallestimento del piano fondi del museo, dove era esposta la “Tomba del Cardinal Luca Fieschi” e tutta la sezione archeologica. Un progetto condotto e portato avanti con il contributo della Compagnia San Paolo.

Decisamente più piccoli, ma non meno importanti sono tre interventi di restauro che hanno la caratteristica di essere stati realizzati grazie a un contributo diffuso. Il primo si riferisce alla parte finale di un progetto che si intitola “La bellezza è un dono. La sua bellezza è un tuo dono” . Un progetto di micro- crowfounding , alla quale ha potuto partecipare ogni singolo visitatore anche con un piccolo contributo. A questo finanziamento è dedicato il restauro del frammento del “Polittico di Santa Caterina” , opera datata intorno all’ultimo quarto del XV secolo, di Francesco De Ferrari da Pavia e proveniente dalla Chiesa di Nostra Signora delle Vigne. Il restauro è curato dal Laboratorio di Nino Silvestri.

Un altro progetto realizzato questa volta con il contributo di Uniauser, con i quali abbiamo organizzato delle visite guidate, le cui offerte sono state utilizzate per il restauro di tre bastoni processionali in argento.

E infine l’ultimo progetto di restauro ha coinvolto un oggetto molto raffinato della nostra collezione museale: il “Paliotto ricamato su disegno di Domenico Piola”, proveniente dalla Cattedrale di San Lorenzo. Questo bellissimo oggetto sarà uno dei due pezzi che rappresenterà il patrimonio tessile, per cui Genova era nota, nella mostra che si terrà a Washington e Roma probabilmente in autunno.

Il Museo è quindi “Chiuso per  novità”.  Ecco il  link al video in cui il Conservatore  Paola Martini ci racconta questi nuovi progetti.