Regolamento


Il Museo Diocesano di Genova fu istituito su decreto di S.E. Arcivescovo Giovanni Canestri il 14 settembre 1993 (prot. N. 77/93 AS.BNC) dando attuazione a quanto già stabilito nella Convenzione stipulata tra Arcidiocesi di Genova e Comune di Genova il 20 febbraio 1992 e approvata con deliberazione della Giunta Comunale il 2 giugno 1992 n. 2024.
Secondo questo accordo il Chiostro dei Canonici di San Lorenzo, di proprietà civica, veniva concesso in comodato d’uso gratuito all’Arcidiocesi di Genova in vista della sua destinazione a Museo Diocesano.

Il Regolamento del Museo ne indica le finalità, ossia:

– la tutela, la conservazione e la custodia, la valorizzazione e la pubblica fruizione di quelle opere attinenti il patrimonio artistico e storico di proprietà dell’Arcidiocesi e degli Enti Ecclesiastici o di altri soggetti, che si trovino in condizioni di rischio nella loro sede originaria o che non abbiano più interesse ai fini del culto o che comunque, per scelta concordata, siano depositati in museo;

– la valorizzazione e pubblica fruizione, nelle forme più appropriate, di tutto il materiale che sia particolarmente significativo quale documento della storia religiosa, politica, sociale, economica, del territorio o che dia ancora un valido contributo all’educazione ed istruzione religiosa;

– la promozione di attività connesse alla valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici attraverso convegni, dibattiti, visite, mostre o altre modalità;

– la sensibilizzazione delle comunità ecclesiali alla tutela e la salvaguardia del patrimonio artistico di loro pertinenza.

Inoltre specifica i compiti della Commissione per la gestione, del Comitato scientifico e del Conservatore del Museo.

Scarica il regolamento del Museo