I tesori di San Lorenzo - II edizione

Percorso di scoperta della Cattedrale

Un’antica leggenda lega Genova a Lorenzo: pare infatti che egli, giovinetto, sia passato dalla città nel suo viaggio verso Roma, sbarcando proprio a Prè, laddove una chiesetta ricorda ancora il passaggio del suo mentore e futuro Papa, Sisto, che era in viaggio con lui. I genovesi, successivamente, udendo poi della sua morte atroce, avrebbero deciso di dedicargli una chiesa – che nei secoli sarebbe divenuta Cattedrale – nella zona in cui i due avevano pernottato.

Lorenzo è un Santo molto amato e non solo a Genova. Il suo coraggio nella prova, la sua sfida a chi voleva costringerlo a consegnare i beni invece destinati ai poveri, la sua purezza evangelica nell’indicare i bisognosi come autentici tesori di ogni cristiano, colpirono al cuore i fedeli che gli dedicarono numerosissime chiese in Italia e fuori.

E come ogni Santo di cui molto si parli, presto si accumularono anche numerose leggende e aneddoti che andarono ad arricchire una già corposa agiografia.

La più famosa è senz’altro collegata alla copiosa caduta di corpi celesti che si assiste nei giorni intorno alla sua festa, che cade il 10 agosto: secondo il popolo le “stelle cadenti” erano perciò talora le scintille scaturite dal fuoco che ardeva sotto la graticola che martirizza il Santo, talaltra le lacrime versate durante il supplizio e tramutate in astri.

Oggi, i tesori di san Lorenzo sono le meravigliose opere d’arte a lui dedicate, incastonate come gemme preziose nel complesso monumentale della Cattedrale, e che saranno oggetto di una speciale visita guidata serale in esclusiva nella data del martirio del Santo.

La visita, che si snoderà all’interno della Cattedrale, comprenderà alcune opere d’eccezione, di epoche diverse, attraverso le quali tutti gli episodi principali della vicenda del Santo saranno ricostruite: il martirio del Santo nella sua rappresentazione medievale in facciata e in quella barocca del catino absidale, i doni e i miracoli che fece per poveri e bisognosi nelle antiche ante dell’organo, la sua statua reliquiario in argento, la sua raffigurazione nelle meravigliose tarsie lignee del coro,  solo per citare alcune delle tappe.

E nella speranza di carpire la scia di qualche stella cadente – o lacrima di San Lorenzo -, il percorso si concluderà sulle torri della Cattedrale, con una suggestiva visuale sulla Genova notturna.

Date e orari

Venerdì 10 agosto 2018.

Apertura biglietteria h 20.30, inizio tour h 21.

Tariffe

Costo € 16.

Ridotto € 14.

Modalità

Solo su prenotazione fino a esaurimento dei posti disponibili al n. 0102475127 o all’email info@museodiocesanogenova.it.

Si chiede cortesemente ai visitatori un abbigliamento decoroso in rispetto del luogo. La visita verrà effettuata con un minimo di 10 prenotazioni.