Il Battista e Genova

Il Battista e Genova

San Giovanni Battista è un Santo così straordinario da essere, in tutto il calendario, l’unico (a parte la Madonna) di cui si festeggia la data di nascita (24 giugno) oltre a quella della morte (29 agosto); data che, peraltro, venne collocata sei mesi prima del Natale, in corrispondenza con il Solstizio d’estate: nell’era pre-cristiana il 24 giugno ricorreva infatti l’importante festa di Fors Fortuna, mentre il 25 dicembre era dedicato al Sol Invictus.
Ma quando nasce in realtà il profondo rapporto d’amore dei Genovesi per il proprio Santo Patrono? Corre l’anno 1099 quando i genovesi tornano dalle Crociate recando con sé le preziose ceneri del Battista, dopo un avventuroso viaggio per mare. Nei secoli successivi si faranno così realizzare, per conservarle e venerarle adeguatamente, squisite opere di oreficeria e grandi capolavori.

La visita si snoderà quindi fra queste straordinarie opere d’arte e testimonianze del rapporto fra il Santo e la città, soffermandosi soprattutto nella quattrocentesca Cappella del Battista, alla quale, eccezionalmente, si potrà avere accesso per ammirare da vicino la cassa marmorea del XIII secolo.

Né verranno trascurati il Battistero – dedicato appunto a San Giovanni, di cui verrà scoperto l’affascinante origine e le importanti opere in esso conservate – e il Museo del Tesoro, che ospita il prezioso piatto nel quale fu posto il capo del Precursore dopo la decapitazione.

Successivamente si salirà fino alla Tribuna del Doge per abbracciare con lo sguardo, dall’alto, le navate e l’altare maggiore, per concludere infine il tour sulla Torri della Cattedrale, da cui godere del panorama sulle luci della città.

Costo € 16. Ridotto € 14. Solo su prenotazione fino a esaurimento dei posti disponibili.

Per info e prenotazioni: Biglietteria Museo Diocesano tel. 010/2475127 (orario: da lunedì a domenica 10,00-18,00 chiuso il martedì) – email info@museodiocesanogenova.it . Si consiglia la prenotazione.

Abilità

Pubblicato il

22/06/2017