LA BELLEZZA E' UN DONO!

Ai nostri mecenati

Il Museo Diocesano da diversi anni ha attivato un progetto di crowfounding esteso ai visitatori del Museo che si intitola “La Bellezza è un dono. La SUA Bellezza è un TUO dono” e vuole essere un invito ad un contributo “lento” nel tempo, ma costante, per supportare il Museo nella copertura di interventi di restauri. L’aggettivo “lento”, tanto di moda nella sua versione inglese “slow”, è utile nel precisare che non ci sono limiti né inferiori né superiori al contributo che i visitatori desiderano lasciare. Si può partire da 50 centesimi di Euro in avanti, ogni offerta costruisce la cifra che dovremo raggiungere.

Abbiamo usato l’aggettivo “slow, lento”perchè…non possiamo permetterci di essere più veloci!!

Abbiamo iniziato circa 4 anni anni, prendendo come obiettivo il restauro del frammento di Polittico con Santa Caterina d’Alessandria, opera di Francesco De Ferrari da Pavia, e proveniente dalla Chiesa di Santa Maria delle Vigne. Nel corso di questi anni siamo riusciti a raggiungere la cifra richiesta, ossia 2500 Euro + IVA che corrisponde al preventivo per il suo restauro.

Ogni nostro mecenate può lasciarci il proprio riferimento (nome, cognome, indirizzo mail) in modo da avvisarlo per segnalare l’inizio dei lavori e inserire il suo nome in una tabula gratulatoria dedicata. Fino ad oggi, purtroppo, non tutte le persone hanno lasciato un riferimento comprensibile; per coloro che lo hanno fatto, abbiamo proceduto con l’avvisarli dell’inizio dell’intervento.

Infatti a partire dall’autunno 2019 prenderà avvio il restauro in Museo in modo che costituisca anche un’esperienza  visitabile per tutti.

Nel corso di questo periodo, grazie ad altri Mecenati siamo riusciti a supportare anche nuovi interventi:

 – nel 2017 sono state presentate al pubblico quattro teche raffiguranti la Preghiera nell’ortoCristo alla colonnaEcce homo e la Pietà, di proprietà della Congregazione delle Suore Domenicane di Santa Caterina da Siena, conservate nel convento di Genova Quinto. Le quattro teche, bisognose di un intervento di restauro che è stato realizzato a cura del Laboratorio della Regione Liguria con la direzione di Gianluca Zanelli (Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola), sono state pienamente recuperate proprio grazie a questo progetto di crowfounding, all’interno del quale è stato recuperato un apposito contributo,  a loro dedicato.

– nel 2019 si attiverà anche un altro intervento, anche questo realizzato con le offerte dei partecipanti alle visite guidate organizzate dalla Direzione del Museo in collaborazione con UNIAUSER. Queste offerte contribuiranno al restauro di tre bastoni processionali in argento del Settecento e Ottocento, di particolare pregio, e che verranno restaurate proprio tramite questo piccola raccolta fondi.

Il prossimo obiettivo, molto ambizioso, prevede l’intervento sul Dossale di San Giovanni Battista di Teramo Piaggio: quindi presto ci metteremo di nuovo in cammino.

Per info sul progetto: www.museodiocesanogenova.it, riferimento Paola Martini, Direzione del Museo.

 

Date e orari

Il progetto di crowfounding è sempre attivo; le opere che ne sono state oggetto sono attualmente esposte nel percorso del Museo Diocesano.

Se volete partecipare, potete lasciare un’offerta in Museo oppure contattare, per chiarimenti, la Direzione del Museo, dott.ssa Paola Martini alla mail direzione@museodiocesanogenova.it.

 

 

 

imm005