Antifonario de tempore dall’Avvento a San Silvestro

Iniziale H con Adorazione dei pastori
1472-1482

L’iniziale H seguita dalle prime lettere del responsorio, ornate a motivi vegetali e campite su due strisce d’oro in foglia, è ricoperta di larghi fogliami lobati che si estendono in due lunghe code a decorare il margine interno della pagina.

All’interno, per illustrare la festa del Natale, è raffigurata la Natività, con la Vergine inginocchiata in adorazione del Bambino, mentre san Giuseppe è accoccolato a destra e il bue e l’asino occhieggiano dalla capanna. Sullo sfondo, i pastori ascoltano l’annuncio dell’angelo.

Il corale fa parte della serie realizzata per il Capitolo di San Lorenzo tra il 1472 e il 1482 dagli scribi Antonio de Savinis di Acqui e un anonimo monaco di San Benigno, e decorata da diversi miniatori genovesi.

L’autore della Natività appare ancora legato a modelli tardogotici di matrice lombarda e anche franco-fiamminga, come indica soprattutto l’uso dell’oro in polvere, adoperato con particolare abilità nel tratteggiare a monocromo dorato contro il fondo celeste la figura dell’angelo. Sul margine esterno, a destra, si possono ancor oggi osservare le indicazioni vergate a inchiostro dallo scriba per il miniatore: in grafia corsiva e sottile, si legge infatti: hodie nobis.